Spesa di Ottobre

Spesa di Settembre
24 agosto 2017
Come usare Twister Maxi di Betty Bossi
28 febbraio 2017

Cosa acquistare nel mese di Ottobre

Ottobre è il mese dell'autunno, i colori della natura si scaldano e i sapori a tavola diventano più corposi.
La frutta e la verdura di stagione ci preparano con gusto all'arrivo della stagione più fredda. Colori e sapori caldi anche a tavola!

Ecco qualche suggerimento dalla redazione!

La spesa di Ottobre

Zucca


Proprietà e benefici:
La zucca è la regina dell’autunno per le sue molteplici proprietà; contiene infatti beta carotene e pro-vitamina A, vitamina C e B, ed è ricca di minerali come fosforo, ferro, magnesio e potassio. Ha proprietà diuretiche e calmanti, è curativa per l’apparato gastrointestinale. I suoi semi sono ricchi di proteine, acido linoleico e minerali, l’olio è ideale come condimento da usare a crudo.
In cucina:
La polpa può essere consumata cruda in frullati o in succhi a base di frutta oppure cotta, al vapore, come base per calde vellutate di stagione oppure come contorno spadellato con altre verdure o arrostita al forno. Per il suo sapore dolce è ideale anche per preparare torte e muffin per la colazione.
Consigli:
Sceglietela sempre con una bella buccia dura e integra, se a pezzi verificate che la polpa non sia molle o di colore differente.

- Vai alle ricette con la zucca

Funghi


Proprietà e benefici:
I funghi sono un alimento ricco di nutrienti, una preziosa fonte di sali minerali come il potassio, il fosforo, il rame ed il selenio. Contengono proteine come la lisina e triptofano, vitamine del gruppo B e sostanze antiossidanti.
Sono considerati un antibiotico naturale tanto da essere consigliati dalla medicina naturale per proteggersi dai malanni della stagione fredda.
In cucina:
Sono perfetti in molte preparazioni, primo tra tutti il risotto. Buonissimi trifolati con aglio e prezzemolo, in ragù di carne o per insaporire torte salate autunnali.
Da gustare anche tagliati molto sottili a crudo nelle insalate o sui carpacci.
Consigli:
Al momento dell’acquisto controllate che i funghi siano puliti, privi di muffe e che non abbiano testa e gambo molli.
Rimuovete la terra residua con una spazzola a setole morbidi o con un tovagliolo, evitando di lavarli sotto l’acqua.

- Vai alle ricette con i funghi

Fagioli


Proprietà e benefici:
Ricchi di proteine vegetali, elevate quantità di minerali come potassio, ferro, calcio, zinco e fosforo, oltre a vitamine come vitamine A, B e C.
La fibra ha inoltre un ruolo determinante nella regolarità delle funzioni intestinali.
In cucina:
Ci sono infiniti modi di cucinarli, vanno consumati rigorosamente cotti in acqua e poi in insalata, in stufati e sughi, in cremose vellutate calde o abbinati a pasta e cereali per un pasto equilibrato e completo.
Consigli:
Quando sono di stagione si consiglia di acquistarli ancora nei baccelli.
Se utilizzate quelli secchi, è consigliabile tenerli in ammollo almeno 6-8 ore in acqua fredda, per poi cuocerli in un’acqua diversa.
Per renderli più digeribili aggiungete lo zenzero in cottura.  

- Vai alle ricette con la mela

Cachi


Proprietà e benefici:
I cachi sono una fonte di vitamina C, Vitamina A, sono antiossidanti e ricchi di licopene e betacarotene. Sono una riserva preziosa di sali minerali, soprattutto potassio, e fosforo, magnesio e calcio.
I cachi sono frutti ricchi di fibre che contribuiscono a migliorare la regolarità intestinale e hanno proprietà lassative e diuretiche.
In cucina:
Potete consumare i cachi quando sono ben maturi, mangiati al cucchiaio.
Oppure usateli per dolci frullati o come base per confetture o salse per biscotti e crostate.
Consigli:
Consumate i cachi quando sono ben maturi.
I cachi si possono acquistar ancora poco maturi, ma la polpa è asprigna ed astringente. Potrete consumare il frutto solo a piena maturazione quando la polpa diventa molle e gelatinosa. A maturazione si conservano solo pochi giorni in frigo.

- Vai alle ricette con i cachi

Castagne


Proprietà e benefici:
Sono ricche in fibre e minerali, come fosforo, potassio, magnesio e calcio.
Senza glutine e dall’alto potere saziante sono utili in caso di anemia, e stanchezza psicofisica.
In cucina:
Previa cottura, lessate si possono aggiungere alle vellutate o utilizzare la purea per ripieni e creme dolci.
Vengono prevalentemente consumate arrostite, le classiche caldarroste.
Dalle castagne essiccate si ricava la farina di castagne, che viene utilizzata per la preparazione del tradizionale castagnaccio o per pasta fatta in casa.
Consigli:
Acquistatele preferendo quelle integre e carnose.
Per le classiche caldarroste, incidete la buccia formando una croce con un coltello affilato, in modo tale che dopo la cottura siano facili da sbucciare.

- Vai alle ricette con le castagne
Array ( [0] => 4535 [1] => 4537 [2] => 4540 )