parallax background

Samantha Alborno

La Cucina di Samantha


Abbiamo incontrato Samantha Alborno, food blogger dalla solarità e semplicità esplosiva!
Con le sue idee e ricette gustose, veloci e alla portata di tutti, Samantha ha conquistato un pubblico sempre più numeroso, fedele e reattivo, diffondendo e condividendo la sana e varia cucina mediterranea dei suoi luoghi d'origine, la Liguria.
Il suo è uno stile di vita green, attento al recupero e al riciclo, all’ambiente, alla salvaguardia del benessere a tutto tondo!


 
Raccontaci di te…

Samantha, 32 anni, foodblogger. Inizio a cucinare per necessità essendo un’amante della buona cucina con una mamma che non è una gran cuoca! Sono le nonne che mi ispirano fin da piccola con piatti della tradizione ligure che uniscono la cucina del mare a quella della terra. Una cucina semplice e sana che con il tempo inizio a definire Nuova Cucina Mediterranea. Mai come in questo momento sono convinta che una sana alimentazione sia alla base del nostro benessere e non vedo l’ora di iniziare a preparare tante nuove ricette per la mia piccola che nascerà a febbraio.

Ingrediente preferito?

Tutti gli ortaggi. Non riesco a sceglierne uno in particolare perché cambia molto a seconda del periodo. In autunno vado matta per la zucca e per i broccoli, in primavera e autunno impazzisco per gli asparagi selvatici e i funghi porcini che raccolgo personalmente sulle alture della mia Liguria e in estate non rinuncio ai peperoni e alle zucchine trombetta, qualità tipica del ponente ligure.

L’accessorio che non deve mai mancare nella tua cucina?

Il frullatore a immersione per preparare maionese vegetale, spume, vellutate. E le pentole di coccio. Adoro il coccio, sia per quel gusto un po’ vintage sia per l’ottima resa in cottura. E poi formine, stampi, e tutto ciò che rende anche “bella” la presentazione delle mie ricette mediterranee.

 
Da chi ti lasci ispirare?

In testa alla classifica da Pietro Leeman: ho mangiato diverse volte al Joia e lo stimo moltissimo per la sua creatività. Una cena nel suo ristorante non si dimentica. È una vera esperienza sensoriale. Ho anche seguito diversi corsi con Simone Salvini, altro Chef che mi ha insegnato tanto. Nel quotidiano sono le mamme/donne/nonne che mi seguono sulla mia pagina FB a indicarmi la strada: piatti semplici, sani, gustosi e…veloci da preparare!

Cena a sorpresa, cosa prepari?

Pane, cracker o grissini fatti in casa con una salsina di accompagnamento, un insalata di finocchi, arance e olive nere. Come primo piatto linguine con cipolle rosse caramellate e olive taggiasche, poi tofu glassato all’arancia con insalatina dell’orto e per finire mousse al cioccolato.

Sociale o asociale?

Sicuramente sociale. Nel 2010 è nato il mio blog www.cucinasamantha.it che è cresciuto molto in fretta soprattutto sulla pagina FB che oggi conta 95.000 followers. Sono sempre in contatto con loro. Mi piace rispondere alle loro domande e confrontarmi quotidianamente su tematiche culinarie ma anche su argomenti di sana alimentazione e sano vivere: ci scambiamo informazioni su prodotti e accessori che semplificano il cucinare. Mi piace molto anche Instagram (anche se ho iniziato a utilizzarlo da poco): lo trovo molto diretto e lo uso per condividere momenti della mia vita, per comunicare che dietro al mio profilo di foodblogger c’è una donna che vive, pensa, sceglie in totale armonia con la sua filosofia in cucina.

Social

- Cucinasamantha.it
- Facebook
- Instagram
- Twitter
- Youtube